Cosa dicono i numeri verdi per emergenza coronavirus

Purtroppo per esperienza personale sono stato costretto a telefonare più volte ai numeri verdi a disposizione per chiarimenti su coronavirus e covid19. Il numero di riferimento nazionale è il 1500. Chi ha dovuto digitare queste quattro cifre saprà sicuramente che non è facile prendere la linea che, una volta ottenuta , si è costretti ad una lunga attesa. Tutto questo però ci può stare in quanto siamo in una coda virtuale di molte persone malate in attesa di parlare con operatori molto comprensivi e gentili.

Purtroppo gentilezza e comprensione in questo caso non sono sufficienti in quanto devo dire che alla fine di ogni telefonata la mia sensazione è quella di essere abbandonati da un sistema che sta brancolando nel buio. Spero che ora le cose siano migliorate, in quanto le mie ultime telefonate a questi centri risalgono a circa 15 giorni fa, ma da quello che mi dicono e scrivono non è così.

La risposta che ci si sente dare dagli operatori è che tutti i sintomi che abbiamo ( qualunque essi siano) non sono attribuibili al coronavirus, ma alla normalissima influenza stagionale. Ormai l’influenza stagionale è agli sgoccioli, se non quasi assente e questo non lo dico io, ma molti medici. Si raccomandano di non uscire, azzardano qualche cura a base di tachipirina se si ha la febbre e consigliano di telefonare al medico di famiglia.

Medici di famiglia che hanno gli studi con le porte sprangate per non fare entrare nessun untore. Inutile, naturalmente, pensare ad una visita domiciliare ( e questo lo capisco ). Azzardano anche loro una cura di tachipirina e ci si sente ripetere che è semplicemente una influenza normale ( non capisco come possano diagnosticarla telefonicamente o via mail).

Casi fortunati si risolvono così, senza sapere se era veramente una influenza stagionale o coronavirus, e naturalmente con i tamponi che non vengono fatti neanche ai sintomatici, nessuno lo sapra mai. Altri invece dopo 5, 6, 7, 8, 9 giorni a seconda del medico che si chiama o dell’operatore telefonico, iniziano la cura antibiotica. Ignari di tutto prendiamo questa cura antibiotica per curare una probabile infezione polmonare. Questa cura può portare a guarigione, ma non sempre è così.

Possono venire prima leggeri dolori in respirazione profonda, poi mancare un po’ il fiato. In questo caso la prevenzione è importantissima, si deve pretendere un rx toracico per vedere gli interstizi polmonari.

A questo punto il proseguo è un’altra lunga storia che vi racconterò con la mia esperienza personale in un alto articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.