Quali controlli in Aeroporto? leggeri, inutili… una barzelletta.

Mentre noi siamo tutti barricati in casa in una quarantena che non si sa quando finirà, intanto come se niente fosse l’attività degli aeroporti continua indisturbata. Si, perchè ancora c’è un grande movimento di persone che continuano a spostarsi da stati diversi in aereo giustificando i viaggi con i requisiti di legge.

I controlli che vengono fatti negli aeroporti per prevenire la diffusione del coronoavirus sono veramente inconsistenti. Viene infatti semplicemente controllata la temperatura dei passeggeri con la pistola termica e viene contrallata l’ “autocertificazione“. Il problema è che sappiamo ormai da tempo che il fatto di non avere la febbre non significhi nulla sulla possibilità di essere positivi al covid-19. Per questo chi entra in Italia e passa questi “controlli” dovrà poi mettersi in quarantena “volontaria” fiduciaria per 14 giorni.

C’è però una eccezione che diventa BEFFA!!!. Se si entra in Italia per motivi lavorativi, si ha diritto ad una deroga di 48 ore alla quarantena. Questa cosa è pazzesca!!! Praticamente ci sono professionisti che entrano in italia e sono liberi di girare tutto lo stivale per appuntamenti di lavoro senza nessun controllo.

Mentre noi da persone sane cerchiamo di arginare il virus restando a casa, c’è chi ha la possibilità di circolare da “uomo libero” e forse ….. malato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.